TRIBUTI - Comune di Quistello (MN)

Il Comune | Settori/Uffici | TRIBUTI - Comune di Quistello (MN)

TRIBUTI


Responsabile del servizio: Dott. Alessio Testoni
Centro Culturale "A. Viani" via Cesare Battisti, 44
mail tributi@comune.quistello.mn.it

Ufficio Tributi
Dott.ssa Elena Riccardo
tel. 0376 627242

Orari di apertura al pubblico:  Giovedì dalle 8.30 alle 12.30; Martedì dalle 10.00 alle 12.30; Martedì dalle 15.00 alle 17.00; Sabato dalle 8.45 alle 12.45.

Il Servizio Tributi cura l'applicazione di tutte le norme relative ai tributi comunali. Provvede quindi al controllo delle denunce e dichiarazioni dei contribuenti e dei versamenti effettuati dagli stessi; nello stesso tempo, utilizza gli strumenti e le informazioni in suo possesso per accertare l'esistenza di evasione fiscale con l'obiettivo dell'equità fiscale.
 

I principali servizi gestiti sono:

  • TASI - Tassa servizi indivisibili;
  • IMU - Imposta Municipale Propria;
  • TARI - Rifiuti;
  • IRPEF - Addizionale comunale;
  • TOSAP - Tassa occupazione spazi ed aree pubbliche;
  • Imposta comunale sulla pubblicità e dei diritti sulle pubbliche affissioni;
  • Riscossione coattiva delle entrate del Comune;
  • Partecipazione all'attività di accertamento dei tributi erariali.

seguono tutti i dettagli
pagina in fase di aggiornamento, 19 ottobre 2019

TASI – Tributo per i Servizi Indivisibili

COME SI DETERMINA - Sul sito del Comune di Quistello è possibile calcolare l'imposta dovuta e compilare il modello F24. Modulistica per eventuale istanza di rimborso, ravvedimento operoso, ecc.: Modulistica*

ALIQUOTE 2019 (invariate rispetto all'anno 2018)

  • 0,1 % per cento per i fabbricati rurali strumentali; 
  • 0,15 % per l'abitazione principale classificata nelle categorie catastali A/1, A/8, e A/9 e relative pertinenze.

COME E QUANDO SI PAGA

  • 1.a rata entro il 17 GIUGNO 2019
  • 2.a rata entro il 16 DICEMBRE 2019

E' possibile pagare in unica soluzione entro il 17 GIUGNO 2019. Il pagamento deve essere effettuato con modello F24. I soggetti passivi devono presentare apposita dichiarazione TASI entro il 31 dicembre dell’anno successivo a quello cui il possesso degli immobili sono intervenute variazioni rilevanti ai fini della determinazione dell’imposta.

DOCUMENTAZIONE - Aliquote TASI 2019 - Scarica il documento in formato pdf  e  Regolamento TASI - Scarica il documento in formato.pdf

 

IMU - Imposta municipale unica

COME SI DETERMINA - Sul sito del Comune di Quistello è possibile calcolare l'imposta dovuta e compilare il modello F24. Modulistica per eventuale istanza di rimborso, ravvedimento operoso, ecc.:  Modulistica*

NOVITA’ SULL'IMU INTRODOTTE DALLA L. 208/2015:

(1) RIDUZIONE DEL 50% DELLA BASE IMPONIBILE PER IMMOBILI CONCESSI IN COMODATO GRATUITO:  

Vale per le unità immobiliari (escluse A1-A8 e A9) concesse in comodato a parenti in linea retta entro il primo grado (genitore/figlio) che le utilizzino come propria abitazione di residenza, sulla base di questi requisiti:

  • il comodante deve risiedere nello stesso Comune e dimorare abitualmente;
  • il comodante non deve possedere altri immobili abitativi in Italia ad eccezione della propria abitazione di residenza nello stesso Comune, non classificata in A1-A8 e A9;
  • l’agevolazione spetta dalla data della stipula del contratto di comodato gratuito;
  • il comodato deve essere registrato;
  • occorre presentare dichiarazione IMU su apposito modello ministeriale entro il 31 dicembre dell'anno successivo a quello di imposizione, con l'indicazione degli estremi del contratto.

(2) ESENZIONE IMU PER I TERRENI AGRICOLI POSSEDUTI E CONDOTTI DA COLTIVATORI DIRETTI E IMPRENDITORI AGRICOLI PROFESSIONALI ISCRITTI ALLA PREVIDENZA AGRICOLA.

(3) ESENZIONE IMU PER I FABBRICATI INAGIBILI DA SISMA 2012 - proroga al 31/12/2019 - FINO ALLA DEFINITIVA RICOSTRUZIONE E AGIBILITA’ DEI FABBRICATI STESSI.

(4) ESENZIONE PER I FABBRICATI COSTRUITI E DESTINATI DALL’IMPRESA DI COSTRUZIONE ALLA VENDITA.

L'IMU non è dovuta fintanto permanga tale condizione e purché non siano, in ogni caso, locati. E' richiesta, pena la decadenza dell'agevolazione, la presentazione di dichiarazione IMU su modello ministeriale tassativamente entro il 31 dicembre dell'anno successivo a quello di imposizione, che attesti il possesso dei requisiti.

ALIQUOTE 2019 (invariate rispetto all'anno 2018)

  • 0,45 % per l'abitazione principale classificata nelle categorie catastali A/1, A/8, e A/9 e relative pertinenze (con detrazione di euro 200,00);
  • 1,06 % aliquota di base o ordinaria.

La competenza del tributo è comunale, ad eccezione dei fabbricati di categoria catastale "D" per i quali la quota dell'imposta calcolata con l'aliquota del 0,76% è di competenza statale, mentre la differenza d'imposta con l'aliquota comunale è di competenza comunale.

COME E QUANDO SI PAGA

  • 1.a rata entro il 17 GIUGNO 2019
  • 2.a rata entro il 16 DICEMBRE 2019

E' possibile pagare in unica soluzione entro il 17 GIUGNO 2019. Il pagamento deve essere effettuato con modello F24.
Codici tributo:
3912 abitazioni principali e relative pertinenze (solo per le categorie A/1, A/8 e A/9)
3914 terreni agricoli
3916 aree edificabili
3918 altri fabbricati
3925 fabbricati categoria D - quota stato
3930 fabbricati categoria D - quota comune

I soggetti passivi devono presentare apposita dichiarazione IMU entro il 31 dicembre dell’anno successivo a quello cui il possesso degli immobili sono intervenute variazioni rilevanti ai fini della determinazione dell’imposta. Per poter beneficiare dell'aliquota agevolata gli interessati dovranno darne comunicazione scritta all'ente, tramite apposito modulo predisposto, avrà decorrenza dall'anno di presentazione della comunicazione.

DOCUMENTAZIONE -  Aliquote IMU 2019 Scarica il documento in formato pdf  - Valori Aree Edificabili Scarica il documento in formato pdf - Regolamento IMU Scarica il documento in formato.pdf

 

TARI - TARIFFA CORRISPETTIVA PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI

Tariffa puntuale di raccolta domiciliare dei rifiuti - Nel Comune di Quistello si è dato avvio al sistema di raccolta domiciliare dei rifiuti con il sistema a tariffa puntuale. La raccolta domiciliare riguarda carta e cartone, plastica, imballaggi di vetro e lattine, organico, sfalci e rifiuto non recuperabile. E’ormai riconosciuto a livello internazionale come modalità più equa di calcolo della tariffa ed è considerato il percorso che permette più facilmente di raggiungere sia gli obiettivi di recupero che quelli di riduzione della produzione di rifiuti stabiliti a livello europeo, secondo il principio “chi più inquina, più paga”.

Il corrispettivo per i rifiuti è applicato e riscosso dal soggetto affidatario del servizio di gestione dei rifiuti, in tutto il territorio comunale. L’attuale “Gestore” è Mantova Ambiente s.r.l.

COME SI DETERMINA - Le tariffe sono composte da una quota fissa, determinata in relazione alle componenti essenziali del costo del servizio, e da due quote variabili, rapportate alle quantità di rifiuti conferiti, alle modalità del servizio fornito e all’entità dei costi di gestione. Le tariffe sono articolate nelle fasce di utenza domestica e di utenza non domestica.

COME E QUANDO SI PAGA - L’utente deve richiedere al Gestore l’attivazione del servizio di raccolta rifiuti e la consegna dei dispositivi per il conferimento dei rifiuti entro 30 giorni dalla data di inizio dell’occupazione o della detenzione dei locali e delle aree assoggettabili al prelievo, utilizzando gli appositi moduli previsti di seguito allegati. Analoga modulistica, deve essere compilata per comunicare la cessazione dell’utenza, provvedendo contestualmente alla restituzione dei dispositivi in uso. Eventuali variazioni, devono essere presentate tramite dichiarazione entro 30 giorni dal modificarsi della situazione originaria.

MODULI: Modulo Attivazione - Modulo Variazione - Modulo Cessazione

Informazioni:  Mantova Ambiente s.r.l. Società soggetta all’attività di direzione e coordinamento di Tea spa
Sede Legale: Via Taliercio, 3 Mantova 
Numero verde 800-473165
mail clienti@teaspa.it
www.mantovaambiente.it
Orari di servizio: Da lunedì a venerdì 8:00-18:00 e sabato 9:00-13:00

DOCUMENTAZIONE -  Regolamento della Tariffa Corrispettiva per la gestione dei rifiuti - TARI, Scarica il documento in formato pdf  -  Tariffe della Tari Corrispettiva per la gestione dei rifiuti – Anno 2019, Scarica il documento in formato.pdf

 

IRPEF – Addizionale Comunale

ALIQUOTA 2019 (invariata rispetto all'anno 2018) e quota di esenzione:

  • 0.7% aliquota unica;
  • esenzione per i contribuenti con reddito complessivo annuo imponibile esclusivamente da lavoro dipendente, assimilato a lavoro dipendente, da pensione o lavoro autonomo inferiore a euro 10.500,00.

Aliquota Addizionale Comunale IRPEF 2019 Scarica il documento in formato pdf

DOCUMENTAZIONE - Ministero dell'Economia e delle Finanze: Addizionale Comunale all'IRPEF

 

TOSAP - Tassa occupazione spazi ed aree pubbliche

Sono soggette alla tassa le occupazioni di qualsiasi natura, effettuate nelle strade, nei corsi, nelle piazze e comunque sul suolo appartenente al Comune o su solo privato ma gravato da servitù di uso pubblico costituita nei modi e nei termini di legge.

A CHI SI RIVOLGE - A chi ha chiesto la concessione di suolo pubblico, sia permanente che temporanea; - A chi occupa suolo pubblico.

COME SI DETERMINA - Gli importi dovuti sono definiti dal regolamento comunale e dalla Tariffe dei Servizi del Comune di Quistello.

  • Occupazioni permanenti, quando l'occupazione è uguale o superiore all'anno. La tassa si paga annualmente;
  • Occupazioni temporanee, quando la durata dell'occupazione è inferiore all'anno. La tassa dipende dal numero di giorni di occupazione ed il pagamento deve essere effettuato in concomitanza al rilascio del relativo atto di concessione e/o autorizzazione;
  • Occupazioni realizzate da venditori ambulanti “spuntisti” al mercato settimanale del giovedì ed in occasione di manifestazioni fieristiche è ammessa la riscossione della tassa dovuta tramite versamento diretto all’Agente di Polizia Locale – o delegato – addetto alle operazioni di rilievo delle presenze.

QUANDO SI PAGA

  • Concessioni permanenti, la tassa si paga entro 30 giorni dalla data di rilascio dell’atto di concessione e/o autorizzazione e, comunque, non oltre il 31 dicembre dell’anno di rilascio medesimo; negli anni successivi il versamento deve essere effettuato entro il 31 gennaio;
  • Concessioni temporanee di qualsiasi altro tipo: la tassa si paga all'atto del rilascio della concessione di suolo pubblico.

DOCUMENTAZIONE - Tariffe TOSAP  - Scarica il documento in formato pdf - Regolamento della Tassa per le Occupazioni di Spazi e Aree Pubbliche - TOSAP Scarica il documento in formato pdf

 

IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA’ e PUBBLICHE AFFISIONI

ATTIVITA'

  • affissione di manifesti e riscossione dei diritti di affissione;
  • gestione e riscossione dell'imposta di pubblicità.

A CHI SI RIVOLGE

  • a chi espone pubblicità permanente (es. targhe, insegne e tende);
  • a chi espone pubblicità temporanea (es. cartelli, striscioni, pubblicità fonica);
  • a chi vuole esporre locandine;
  • a chi vuole distribuire volantini a mano;
  • a chi vuole usufruire del servizio di affissione per esporre manifesti negli impianti destinati alle pubbliche affissioni.

Filiale di riferimento:
M.T. Spa via Marzabotto, 30 20871 Vimercate (MB)
Tel. 039 6613161    Fax 039 667746
mail: vimercatetributi@maggioli.it - pec: mt.vimercatesede@legalmail.it
Orario di filiale: dal Lunedì al Venerdì dalle 08:30 alle 13:00 e dalle 14:30 alle 17:30

Riferimento locale per le pubbliche affissioni commerciali, istituzionali e funebri)
Borghi Barbara via Cortesa, 34 46026 Quistello (MN)
cell. 346/6187224
mail barbaraelmaborghi@libero.it

Regolamento Pubblicità e Pubbliche Affissioni  - Scarica il documento in formato pdf

 

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (3955 valutazioni)